clicca per info
  • GRUMO APPULA: DOMENICA 15 SETTEMBRE 3a EDIZIONE DEL "CANTABIMBO"

    Venerdì 13 Settembre 2019 17:47
  • GRUMO APPULA: LUNEDI 16 SETTEMBRE 2019 "STORIE DI API, PAESAGGI E MIELI"

    Mercoledì 11 Settembre 2019 08:12
  • BINETTO: SABATO 28 SETTEMBRE 2019 "SPORT IN VILLA"

    Mercoledì 11 Settembre 2019 08:06
  • GRUMO APPULA: ISCRIZIONI PER LA CORSA AMATORIALE BENEFICA "RUN4CARLA" DI DOMENICA 6 OTTOBRE 2019

    Mercoledì 11 Settembre 2019 08:01
  • SERVIZI SOCIALI: L'ON.ANGIOLA (M5S) INCONTRA IL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL

    Lunedì 09 Settembre 2019 08:03
  • GRUMO APPULA: DOMENICA 8 SETTEMBRE 2019 "SERATA JAZZ E FUSION"

    Giovedì 05 Settembre 2019 08:24

ALTRE NOTIZIE:     Binetto      Bitetto      Modugno      Toritto

Segui Redazione Online Network su Facebook


World Car - Toritto

WORLD CAR

Autocarrozzeria-Palmadessa

Cell: 324.5986467

Autocarrozzeria Palmadessa

RACCOLTA DIFFERENZIATA

G R U M O  A P P U L A

(esposizione mastelli tra le 5:00
e le 8:00)
Differenziata Grumo Appula

B I N E T T O

(esposizione mastelli tra le 19:00
e le 23:00)

IN VIGORE DAL 30/10/2016

Autocarrozzeria Palmadessa

RIFIUTI INGOMBRANTI
CHIAMARE:
GRUMO A. 800.036.459
BINETTO
800.999.531

Binettonline.it

Farmacie Grumo App.

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 
Home Notizie GRUMO APPULA VINCE IL PALIO DELL’ALTA MURGIA. MA LA VITTORIA E’ SUB-JUDICE

GRUMO APPULA VINCE IL PALIO DELL’ALTA MURGIA. MA LA VITTORIA E’ SUB-JUDICE

PDF Stampa E-mail
Scritto da Mimmo Savino    Domenica 11 Settembre 2011 15:03
altNon crederete alle nostre parole…ma GRUMO APPULA, con la squadra “LA COMPAGNIA DI GRUMONLINE.IT E TORITTONLINE.IT” creata nelle ultimissime ore prima dell’inizio dei giochi, ha vinto il 1° Palio dell’Alta Murgia presso “La Notte del Grillaio” di Cassano Murge...
 


Non crederete alle nostre parole…ma GRUMO APPULA, con la squadra “LA COMPAGNIA DI GRUMONLINE.IT E TORITTONLINE.IT” creata nelle ultimissime ore prima dell’inizio dei giochi dopo un accurato appello su questa testata gionalistica (appello accolto da pochi...), ha vinto il 1° Palio dell’Alta Murgia presso “La Notte del Grillaio” di Cassano Murge.

alt

La vittoria è ancora però sub-judice perché gli organizzatori hanno chiesto qualche giorno di tempo per rivalutare la regolarità e il rispetto del Regolamento in tutte le competizioni, e tra una settimana saranno convocati tutti i Referenti delle 13 squadre che rappresentavano i 13 paesi del Parco dell’Alta Murgia per l’annuncio delle decisioni finali e per l’assegnazione della vittoria definitiva del Palio.

Quindi, finché non arriverà la decisione definitiva da parte dei giudici di gara, la squadra vittoriosa ufficiosamente è quella di GRUMO APPULA.

Nota negativa: nonostante la vittoria della squadra di GRUMO APPULA, capitanata dal sottoscritto Mimmo Savino, il nostro paese non potrà ospitare il Palio nel 2012, premio per i vincitori, poiché non erano presenti né Amministrazione né Associazioni né fisicamente né con stand all’interno della manifestazione.

Il Regolamento, infatti, recita in questo modo: “Al termine di tutti i giochi, la squadra che avrà ottenuto il punteggio più alto, sarà il vincitore del Palio dell’Alta Murgia.
L’anno successivo il Palio verrà ospitato nel Comune la cui squadra ha vinto il Palio nell’edizione precedente: questo solo nel caso in cui il Comune avrà partecipato alla manifestazione con la sua “piazza”; in caso contrario avrà l’onore di ospitare il Palio il primo Comune, classificatosi successivamente al primo, con questo attributo.


Una vittoria inutile, quindi, per i ragazzi, poiché, in ogni caso, l’onere e l’onore di ospitare il Palio nel prossimo anno non andrà a Grumo Appula, benché vincitore, ma andrà alla squadra seconda classifica, il Santeramo.

Abbiamo sentito il Sindaco Michele d’Atri in mattinata, chiedendogli il motivo dell’assenza di Grumo Appula da “La Notte del Grillaio”, dato che anche i tantissimi grumesi presenti a Cassano Murge hanno lamentato l’assenza del proprio paese e la contemporanea presenza di tutti gli altri paesi del Parco dell’Alta Murgia.

Purtroppo abbiamo ricevuto la comunicazione dell’evento – chiarisce Miche d’Atri – solo negli ultimissimi giorni, e non abbiamo avuto il tempo materiale né per organizzare una squadra né per organizzare una “piazza” all’interno della manifestazione con stand e prodotti locali, e per tutti questi motivi abbiamo dovuto declinare dall’invito”.

Negli ultimi giorni, come saprete tutti – prosegue il Sindaco di Grumo Appula – ci siamo dedicati totalmente alla “questione Ospedale” e il sottoscritto si trova ancora nell’Ospedale di Grumo Appula per lo sciopero della fame come forma di protesta per la non applicazione del crono-programma di conversione. Per tutti questi motivi, purtroppo, non siamo potuti essere presenti a Cassano Murge”.

Vedremo di rifarci sicuramente nelle prossime occasioni” conclude il Sindaco d’Atri. Per la cronaca, il Sindaco è chiuso in Ospedale da 4 giorni e per lo “sciopero della fame” ha già perso 2,7 kg, e continuerà lo sciopero fino a quando il Commissario Straordinario ASL non darà risposte concrete all’annosa “questione Ospedale”.

A quanto pare ci sono anche motivi economici nella mancata partecipazione di Grumo Appula come “piazza” e stand: voci di corridoio dicono che occorrevano almeno 2.800€ circa per allestire il tutto, cifre non confermate, anche perché ci sembrano un po’ eccessive per un paio di stand con prodotti tipici, per un gonfalone e per un Assessore.

C’è stata anche la contemporanea assenza delle Associazioni grumesi dall’evento storico tenutosi a Cassano delle Murge: infatti tanti paesi erano presenti in Piazza con le Associazioni Pro Loco locali, mentre Grumo era misteriosamente assente.

Permettetemi una riflessione personale, senza polemiche: a volte si “sperperano” tanti soldi pubblici per tantissime feste in Piazza, un piccolo sforzo per una grande manifestazione storica che riuniva per la prima volta assoluta i 13 paesi del Parco dell’Alta Murgia, di cui Grumo Appula fa parte, si sarebbe anche potuto fare...

Ripetiamo, un vero peccato, sia per la vittoria con l’ “inutile sforzo” della squadra, sia per la delusione dei tantissimi grumesi presenti nel non vedersi rappresentare da nessuna istituzione, mentre altri Comuni (per esempio Toritto) erano presenti con Assessori, gonfalone e “piazza” con stand e prodotti tipici.

Ma ora andiamo con ordine e vediamo cosa è successo nella “famosa” Notte del Grillaio.

Alle 18:30 erano già presenti a Cassano Murge tutti i partecipanti alla manifestazione, e tutte le Amministrazioni nelle loro “piazze” dedicate ognuno ad un paese diverso.

Alle 21:00 circa i presentatori Alessandro Cecchi Paone e la cantante Kelly Joyce hanno aperto ufficialmente i giochi. Hanno inizialmente invitato sul palco i Sindaci e gli Amministratori dei 13 paesi facenti parte del Parco dell’Alta Murgia, poi i rappresentanti delle squadre partecipanti alla competizione.


alt

alt



Subito dopo si è partiti con l’inizio ufficiale dei giochi. I giochi previsti  per il Palio erano 7:
ALBERO DELLA CUCCAGNA
TIRO ALLA FUNE
STAFFETTA DELLA CORSA NEI SACCHI
 LOTTA CON I CUSCINI
PALLA MURGIANA
TIRO CON L’ARCO
LE CHIAVI DEL PARCO


Ogni gioco aveva eguale valore, il piazzamento computa differenti punti:
1. Punti n° 20
2. Punti n° 16
3. Punti n° 13
4. Punti n° 10
5. Punti n° 9
6. Punti n° 8
7. Punti n° 7
8. Punti n° 6
9. Punti n° 5
10. Punti n° 4
11. Punti n° 3
12. Punti n° 2
13. Punti n° 1

Al termine di tutti i giochi, la squadra che avrebbe ottenuto il punteggio più alto, sarebbe stata la vincitrice del Palio dell’Alta Murgia.

Il sottoscritto, Mimmo Savino, ha organizzato una squadra di 14 componenti nelle pochissime ore antecedenti il Palio, poiché l’organizzatore, Christian Verzino, aveva comunicato l’esclusione totale di GRUMO APPULA dalle competizioni perché non aveva presentato né una squadra né una “piazza” rappresentata dall’Amministrazione e dalle Associazioni.

Il regolamento recita in questo modo: “Gli atleti dovranno essere residenti o nativi del Comune che rappresentano. In caso di mancanza di questi requisiti è possibile reperire partecipanti privi dei requisiti stessi previa comunicazione e motivata giustificazione agli organizzatori dell’impossibilità di reperire atleti per determinate discipline, tramite il responsabile/referente della squadra.”

Per questo motivo mi avevano autorizzato ad inserire anche giocatori residenti a Binetto e a Toritto (tra l’altro molti di loro nati a Grumo Appula!).

Abbiamo organizzato una squadra per il paese perché non sopportavamo l’idea dell’assenza di Grumo Appula come unico paese non presente alle competizioni.

E quando, alle 18 circa, la nostra squadra, organizzata e riunita in pochissime ore, si è presentata al Palio, si è resa subito conto dell’organizzazione degli altri paesi, presenti con Associazioni Sportive, abbigliamenti ginnici e borsoni, e soprattutto culturisti muscolosi per le prove di “forza fisica” come il Tiro alla Fune e il Rugby.

Non ci siamo però scoraggiati, e ci eravamo posti il solo e unico obiettivo: non arrivare ultimi e non far sfigurare quel nome che tutti portavamo orgogliosamente sulle nostre spalle: GRUMO APPULA.

Per un attimo abbiamo chiuso gli occhi, e ci siamo resi conto che in quella serata il nome che rappresentavamo e presente sulle nostre maglie era più importante del nome presente sulle carte d’identità!

Nel discorso alla squadra prima dei giochi ho detto ai miei atleti, nonché amici: “Ragazzi, non siamo venuti per vincere, ma per partecipare. Però vi chiedo una sola cosa per favore: l’impegno. Voglio tutta la vostra grinta perché non dobbiamo fare e far fare bruttissime figure ai nostri concittadini, che verranno qui a Cassano Murge a tifare SOLO PER NOI!”.

1. CERCA LA CHIAVE DEL PARCO - Alle 21:30 circa in Piazza Moro si sono aperti ufficialmente i giochi, e in gara per Grumo Appula sono scesi in campo Angela Casamassima e Antonio Savino.
Regolamento: “L’esploratore ha il compito di ricercare una chiave all’interno di un recinto ricolmo di palline e con all’interno diverse chiavi di diverso colore (uno per ogni Comune). Solo 13 chiavi (ognuna del colore del proprio Comune) aprono i rispettivi 13 scrigni. L’esploratore una volta individuata una chiave la consegna al custode che deve precipitarsi ad aprire il proprio scrigno con dentro il vessillo del Comune. Il custode raccoglie il vessillo e lo posiziona su un tabellone che identificherà la posizione dei Comuni nel Parco. Il criterio per l’assegnazione del punteggio sarà il tempo impiegato per arrivare al tabellone.

I due ragazzi in maglia gialla (colore assegnato a sorteggio a Grumo Appula per rappresentare il proprio paese)


alt

sono stati i primi a trovare la prima chiave, ma per sfortuna non era la chiave che apriva lo scrigno, e al terzo tentativo sono riusciti nell’impresa, ma superati sul filo dei centesimi di secondi dalle altre squadre. Risultato finale: 6° posto sugli 11 paesi presenti e 8 punti in classifica. In ogni caso, un ottimo risultato, visto l’obiettivo di non arrivare ultimi.

alt




2. STAFFETTA DELLA CORSA NEI SACCHI – Il secondo gioco in ordine cronologico nella competizione è stato “Staffetta della corsa nei sacchi” in Piazza Garibaldi. Ecco il Regolamento:
Il campo di gara sarà in leggera salita (Cassano delle Murge via Magg. Turitto, curva a “esse”, via Miani e arrivo in P.zza Moro) per un totale di ca 200m di percorso con 4 punti di controllo (compreso arrivo). La gara si svolge in due turni: il primo vedrà 3 gare con rispettivamente 4, 4 e 5 squadre partecipanti. Il secondo vedrà lo scontro tra i primi tre classificati che gareggeranno per le prime tre posizioni. Le posizioni dalla 4 alla 13 verranno calcolate in base al tempo (assoluto) impiegato per il raggiungimento del traguardo.”

Per Grumo Appula si sono alternati i 4 concorrenti nel seguente ordine: Annarita Lorusso, Luigi Petruzzi, Fabio Mastroserio e Marianna Sardone.

Il gioco è stato diviso in due manches. Nella prima manches i “canguri”i grumesi con una incredibile forza di volontà si sono classificati al 2° posto tra i 6 concorrenti. E nella 2^ manches una sola squadra si è classificata davanti, e quindi un ottimo 3° posto, 13 punti in classifica, e balzo in avanti nella Classifica Generale: dal 6° al 4° posto!

A quel punto, visti gli ottimi risultati, ho comunicato alla squadra il cambio di obiettivo: “Il nostro obiettivo non è più evitare l’ultimo posto, ma essere davanti agli amici della squadra del “Toritto” (squadra rappresentata dai ragazzi del Servizio Civile e soprattutto dai ragazzi dell’ “Associazione Demiurgo”, abili in varie discipline, come il tiro con l’arco e le discipline di forza)!"

alt


3. TIRO CON L’ARCO – Terzo gioco secondo il programma “Tiro con l’arco” in via Miani. Regolamento: Ogni atleta ha a disposizione 3 (tre) volée da 3 (tre) frecce; volée a rotazione. Ci saranno 3 (tre) archi di diverso voltaggio e altezza di stile arco nudo da utilizzare uno per ogni volée; la targa sarà quella da hunter & field, la distanza verrà comunicata al momento di gara ; il
punteggio determina la classifica.


Per Grumo Appula è sceso in campo il giovanissimo amico cassanese Vito Aviro. E Vito è stata la vera rivelazione della squadra. Ottimo piazzamento, 2° posto con 47 punti, ad un solo punto, 48 punti, dalla squadra che si è aggiudicata il gioco. Un risultato inaspettato, con altri 16 punti nella Classifica Generale, e salto sul “podio virtuale”!

Inutile dire della grande festa fatta a Vito Atiro dopo l’ottimo ed inaspettato risultato ottenuto nella prova con il tiro con l’arco. Nuovo obiettivo: il podio!




4. LOTTA CON I CUSCINI – Così come nei famosi “Giochi senza frontiere” di qualche anno fa, ogni squadra aveva la possibilità di giocarsi il jolly!

Il referente/responsabile della squadra, entro 3 (tre) ore dall’inizio del Palio deve consegnare una busta chiusa agli organizzatori in cui indica il gioco sul quale la squadra decide di puntare per ottenere un bonus: questo permetterà (a prescindere dal piazzamento ottenuto nel gioco indicato) il raddoppio dei punti acquisti sul piazzamento del gioco.

Noi della squadra “GRUMO APPULA”, non avendo esperti in nessuna competizione, avevamo deciso di giocare il “jolly” proprio nella prova “Lotta con i cuscini”, perché abbiamo puntato su un gioco in cui nessuno aveva avuto esperienza prima.

Inoltre in squadra avevamo la torittese Marina Piccininno, atleta sportiva che per 12 anni ha fatto danza ed è alureata in "Scienze Motorie", il nostro "asso nella manica"!
Quindi, anche per questo, abbiamo deciso di puntare su di lei.
Ecco come recita il Regolamento: “Prova a gironi, con semifinali e finali, la classifica dal 5° al 13°posto verrà stilata in base alle vittorie ottenute e in caso di parità, in base ai tempi di resistenza; Il campo sarà una costituito da un trave rialzata larga circa 30cm; si potrà colpire l’avversario solo con il cuscino in dotazione: verrà dichiarato sconfitto il giocatore che toccherà il suolo per primo con qualsiasi parte del corpo.

Gli organizzatori ci hanno comunicato un cambio di programma. La competizione si sarebbe svolta “a campionato”: le 10 ragazze in gara (una per ogni paese) avrebbero affrontato tutte le concorrenti. La classifica sarebbe stata stilata in base al numero di vittorie e sconfitte.

Marina Piccininno entra subito in gara, battendo la “collega” di Poggiorsini, ma nel 2° incontro arriva purtroppo la prima sconfitta. Risultato: una vittoria ed una sconfitta.

Ma nelle successive 8 prove avviene il “miracolo” e Marina Piccininno supera se stessa: 8 vittorie consecutive su altrettante partite (battuta anche la sua concittadina di Toritto!) e a sorpresa 1° POSTO!

Un 1° posto PESANTISSIMO: infatti, avendo giocato il jolly, i 20 punti si sono trasformati in 40 punti per la Classifica Generale.

Tra lo stupore generale, NELLA CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA AL 1° POSTO ASSOLUTO C’ERA GRUMO APPULA.

Una gioia indescrivibile: tutto era partito come un gioco per “trascorrre una bella serata”….e tutto si stava trasformando in un sogno! Primo posto provvisorio!!!

Tutto merito dei 40 punti di Marina e dei suoi “cuscini”!!!

alt


5. PALLA MURGIANA (RUGBY) – Siamo giunti al gioco di forza, il gioco in cui sembravamo tanti Davide contro i giganti del rugby Golia. Parecchie squadre, infatti, si erano attrezzate, reclutando in squadra “colossi” di 130 kg, montagne umane come il grande Pasqualone della squadra “Altamura”, squadra favorita nel gioco.

Per Grumo in campo Tommaso Savino, Giacomo Errico, Mimmo Savino, Vito Bozzi, Domenico Regina. Regolamento: “Prova a gironi, con semifinali e finali, la classifica dal 5° al 13°posto verrà redatta in base al numero di vittorie e mete realizzate, le gare avranno durata di 10 minuti (unico tempo) con 5 minuti di pausa tra un incontro e l’altro.
Il campo di gioco è in terra, e le sue dimensioni utili sono di 14m di lunghezza per 6m di
larghezza. L’obiettivo del gioco è fare più mete possibili; si giocherà con una caratteristica
palla “di pezza” e il regolamento da seguire è quello del beach rugby. In particolare:
1. Non è possibile utilizzare i piedi per calciare la palla;
2. Si possono effettuare passaggi esclusivamente indietro;
3. La meta è valida soltanto se la palla viene accompagnata sul terreno dal giocatore
oltre la linea di meta (non lanciata);
4. È vietato trattenere a sé la palla in caso di caduta sul terreno di gioco;
5. Se qualsiasi parte del corpo del giocatore con la palla in mano tocca le linee di
confine, la palla passa alla squadra avversaria che dovrà ripartire dallo stesso punto
in cui è stata commessa l’infrazione
.”

3 gironi da 3 per le 9 squadre ancora in gara. E Grumo Appula sorteggiata con Altamura e Poggiorsini.

Sì, avete capito bene, la prima gara grumese proprio contro l’ “Altamura” del gigante “Pasqualone”. Gara a senso unico, secco 4-0 per gli altamurani, e grumesi desolati.

Ma nella seconda partita esce l’orgoglio dei ragazzi, e con una “lotta all’ultimo sangue” i ragazzi riescono nell’impressa di battere 2-1 Poggiorsini, e per pochissimo non si qualificano per le semifinali. 5° posto infatti, e 9 punti che valgono oro per Grumo Appula: 1° posto nella Classifica Generale infatti confermato a due giochi dal termine, con un minimo vantaggio di 2 punti sul Santeramo. I sacrifici e soprattutto “le botte” prese durante la gara di rugby da parte dei ragazzi grumesi erano servite per fortuna a qualcosa…

Per la cronaca, il gioco è stato vinto dall’Altamura di Pasqualone, che ha battuto Toritto in semifinale e Santeramo in finale!

alt







6. TIRO ALLA FUNE – “Prova a gironi, con semifinali e finali, la classifica dal 5° al 13° posto verrà stilata in base alle vittorie ottenute e in caso di parità, in base ai tempi di resistenza

Per “Grumo Appula” in gara 6 ragazzi, Gaetano Sabatino, Tommaso savino, Giacomo Errico, Mimmo Savino Vito Bozzi e  Fabio Mastroserio, e 2 ragazze, Valentina Negro e Angela Casamassima.

Dopo però le due prove con altre squadre in gara, la direzione ha deciso di annullare la gara "Tiro alla fune" e di “congelarla” fino ad ulteriori comunicazioni. Motivazione: la gara era stata disputata su una pavimentazione molto scivolosa e soprattutto in forte pendenza.

Per questo motivo si è passati all’ultima gara.

alt

7. ALBERO DELLA CUCCAGNA – “Sarà dichiarata vincitrice la squadra che avrà raggiunto più volte la presa della propria effige nei 3 tentativi e, in caso di parità, nel minor tempo possibile.
Il terreno di gioco avrà una superficie di circa 16mq con un palo centrale di circa 4m di altezza utile per il gioco


Nel gioco decisivo per l’assegnazione del Palio finale, la squadra “Grumo Appula” scende in campo il grumese Filippo Spano.

Anche qui l’organizzazione, visto l’orario tardo, ha apportato un cambiamento alla regola: “Ogni concorrente ha 3minuti per provare con più tentivi possibili!”.

Sul palo l’organizzazione ha posizionato grasso olioso per far scivolare i ragazzi, e il sorteggio doveva decretare l’ordine di partenza. Inutile dire che gli ultimi sarebbero stati i più fortunati, perché avrebbero potuto provare la “cuccagna” oramai “pulita” dal grasso e dall’olio.

Grumo Appula ha avuto la fortuna di essere sorteggiata penultima. E Filippo ce l’ha messa tutta, conquistando un frutto dal palo della cuccagna ed ottenendo un ottimo 3° posto! Posizione che permetterebbe al nostro paese di conservare il 1° posto nella Classifica Generale e la vittoria finale del Palio!
alt

Ma gli organizzatori, a fine manifestazione, alle ore 4:30 del mattino, hanno convocato gli 11 referenti degli 11 paesi partecipanti, e hanno comunicato la loro decisione: “La vittoria del 1° posto è sub-judice: in alcuni giochi sono da rivalutare i punteggi”.

Ecco la motivazione.
1)    Per l’ “ALBERO DELLA CUCCAGNA” le squadre scese “in campo” per prime hanno lamentato la troppa viscosità del palo, a differenza degli ultimi, tra cui Grumo Appula. Per questo motivo la prova potrebbe essere annullata.
2)    Per “IL TIRO CON L’ARCO” molte squadre (6 su 11) hanno utilizzato come concocorrenti ragazzi di altri paesi, e quindi anche questa prova potrebbe essere annullata.
3)    Le squadre che hanno utilizzato il “jolly” per il “TIRO ALLA FUNE” non hanno avuto nessun “jolly” in nessun altro gioco, e quindi si pensava di abolire per tutte le squadre il “doppio-punteggio”, togliendo quindi i 20 punti conquistati “sul campo” dal Marina Piccinino ne “La Lotta con i cuscini”.

L’organizzazione, per tutti questi motivi, si è presa una settimana di tempo per decidere, e comunicherà ai referenti il nome del paese vincitore della manifestazione.

Noi di Grumo Appula, e parlo come organizzatore, capitano e referente della squadra, siamo orgogliosi del risultato raggiunto, visti anche gli obiettivi iniziati e il modo e i tempi con cui sono stati reclutati gli amici per partecipare in extremis alla competizione. Qualsiasi cosa l’organizzazione deciderà, avremo comunque raggiunto la nostra personale vittoria!

Una squadra con ragazzi che hanno accettato di partecipare al Palio senza nemmeno conoscere le competizioni cui avrebbero partecipato!!!

E’ questa la nostra vittoria: poi accetteremo in ogni caso qualsiasi decisione degli organizzatori, in maniera sportiva e serena, senza nessun problema.

E per questo motivo, ringraziamo i 3 organizzatori, Christian, Marco e Massimiliano, ragazzi veramente in gamba, che sono riusciti a mettere in atto un Palio impeccabile!

Ringraziamo inoltre i tantissimi grumesi venuti in massa a Cassano, che hanno tifato per noi, si informavano su i nostri piazzamenti, e gridavano “FORZA GRUMO!

Forse, la nostra vittoria, è arrivata con l’ultima frase. Un Carabiniere grumese in servizio ieri sera a Cassano Murge, V.C., a fine manifestazione, si è avvicinato con tutti i suoi colleghi in divisa, mi ha stretto la mano, e mi ha detto: “Mimmo, stasera mi sento orgoglioso di essere un CITTADINO GRUMESE! Grazie!"

E’ questa la nostra vittoria.

Il rammarico resta solo per non aver avuto la possibilità di ospitare il Palio a Grumo Appula nella prossima edizione e quindi di “ritirare il premio”, nonostante la vittoria, data l’assenza ufficiale di rappresentanti del Comune di Grumo Appula.

In ogni caso, ai vincitori è previsto anche un viaggio-premio. Nei prossimi giorni l’organizzazione deciderà a che paese assegnarlo!


ECCO IL PERCHE' DEL RINVIO DELLA DECISIONE:

In seguito alla diffusione di notizie e dichiarazioni false circa lo svolgimento del Palio dell'Alta Murgia si ricorda che lo spirito con il quale è stato organizzato e si è svolto il Palio dell'Alta Murgia è stato quello della socializzazione fra gli abitanti dei comuni del Parco nell'esplosione della sana competizione dei giochi tradizionali.
Questo spirito è venuto meno nel corso del Palio nel momento in cui l'agonismo è stato sostituito dall'egoismo campanilistico di alcuni partecipanti.
Ricordiamo che il Regolamento del Palio dell'Alta Murgia era chiaro e la Direzione del Palio ha avuto molta elasticità circa le iscrizioni giunte con forte ritardo dalla maggiorparte dei comuni partecipanti.
Altrettanta elasticità doveva esserci fra i partecipanti ad un Palio che se non si fosse mai celebrato non avrebbe evidenziato le difficoltà e le problematiche di una prima edizione di un Palio composto, ricordiamo, da giochi tradizionali e non professionistici.
Il Palio dell'Alta Murgia non è stato assegnato perchè era venuto meno il clima di serenità e sano agonismo ed i rappresentanti di tutte le squadre di comune accordo hanno accettato la proposta della Direzione di tornare a riunirsi per proclamare il vincitore.
In data odierna la Direzione del Palio esaminerà i risultati e riunirà i rappresentanti delle squadre dei comuni invitandoli sin d'ora a reinstaurare il clima di collaborazione per la crescita del Palio e di tutto il territorio dell'Alta Murgia.

Ufficio Stampa della Notte del Grillaio




Concludiamo con uno stralcio dell’articolo di
CassanoLive, sito ufficiale della manifestazione:

“Un Palio dall'esito ancora incerto
Le rimostranze delle squadre di Ruvo ed Altamura "congelano" di fatto l'esito che avrebbe visto trionfare Grumo ma che avrebbe visto la prossima edizione svolgersi a Santeramo.

Stando a quello che ci viene riferito anche dagli organizzatori a vincere il Palio sarebbe stato il Comune di Grumo ma, essendo sprovvisto di Piazza istituzionale, vedrebbe scalzarsi dalla seconda in classifica, ovvero Santeramo in Colle, la possibilità di ospitare la manifestazione l'anno prossimo.

Al momento, come dicevamo prima, è tutto congelato.

Arbitri, organizzatori e responsabili delle squadre partecipanti avranno modo di rincontrarsi entro la fine della prossima settimana per decretare ufficialmente il vincitore del 1° "Palio dell'Alta Murgia" e fugare ogni dubbio e/o lamentela del caso.
 
L'unica cosa certa è che al momento l'esito di tutto è incerto, il resto per il momento non è dato saperlo.

Seguiranno in giornata  ulteriori aggiornamenti sulla manifestazione.



I più delusi, quelli di Grumo Appula che con i loro 85 punti guidavano la classifica provvisoria e speravano nella vittoria finale: alla decisione degli arbitri, è rimasta loro la consolazione di una foto dinanzi al cartellone che assegnava i punteggi.

alt

Grazie al nostro impegno in ogni caso GRUMO APPULA era presente ai giochi! E ha svolto anche un ruolo da protagonista assoluto. E’ questa la nostra vittoria: Grumo c’era!

Concludiamo con una celebre frase di Giulio Cesare
VENI VIDI VICI
e noi abbiamo vinto!

Abbiamo ottenuto la nostra vittoria sul campo, tutto il resto…se lo porterà via il vento!

UN GRAZIE PARTICOLARE A CHI E’ VENUTO A CASSANO PER SOSTENERCI…E PER SOSTENERE I COLORI GRUMESI FUORI GRUMO!
 



(a cura di Mimmo Savino)









Ecco tutte le foto della serata:






(a cura di Mimmo Savino)




 
Share
 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Grumonline.it" (clicca qui).

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

REDAZIONE ON LINE

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA

SULLE ALI DELLA LIBERTA'
di Alessandro Fariello
Sulle ali della Libertà

Grumonline.it