clicca per info
  • GRUMO APPULA: SABATO 7 MARZO 2020 TORNEO DI CALCIO A 5 "NIGHT CLUB - TUTTO IN UNA NOTTE"

    Martedì 18 Febbraio 2020 07:35
  • BOOM DI FURTI NELLE CAMPAGNE PUGLIESI, A GRUMO APPULA IN UNA SOLA NOTTE SPARITE 170 PIANTE DI MANDORLO

    Martedì 18 Febbraio 2020 07:27
  • GRUMO APPULA: INCIDENTE NEI PRESSI DELLA CHIESA SS.TRINITA', RAGAZZA DI 31 ANNI IN PROGNOSI RISERVATA

    Martedì 18 Febbraio 2020 07:17
  • GRUMO APPULA: DOMENICA 23 FEBBRAIO 2020 SECONDA SFILATA DELLA 46^ EDIZIONE DEL CARNEVALE GRUMESE

    Lunedì 17 Febbraio 2020 11:24
  • BINETTO: LUNEDI 17 FEBBRAIO 2020 INCONTRO SU CRISI MIGRATORIA

    Domenica 16 Febbraio 2020 10:59
  • GRUMO APPULA: NUOVO COORDINATORE ALL'UFFICIO PIANO DI ZONA, LA DOTT.SSA ABBRESCIA PRENDE IL POSTO DEL DOTT.BALBINO

    Domenica 16 Febbraio 2020 10:50

ALTRE NOTIZIE:     Binetto      Bitetto      Modugno      Toritto

Segui Redazione Online Network su Facebook


Autocarrozzeria-Palmadessa

Cell: 324.5986467

Autocarrozzeria Palmadessa

RACCOLTA DIFFERENZIATA

G R U M O  A P P U L A

(esposizione mastelli tra le 5:00
e le 8:00)
Differenziata Grumo Appula

B I N E T T O

(esposizione mastelli tra le 19:00
e le 23:00)

IN VIGORE DAL 30/10/2016

Autocarrozzeria Palmadessa

RIFIUTI INGOMBRANTI
CHIAMARE:
GRUMO A. 800.036.459
BINETTO
800.999.531

Binettonline.it

Farmacie Grumo App.

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 

LA VOCE DEL CITTADINO: GRUMO APPULA, ARRIVO DEL CIRCO, APPELLO DI DUE LETTRICI (12/04/2015)

Scritto da Redazione OnLine Network    Domenica 12 Aprile 2015 10:18
Per la rubrica "Riceviamo e pubblichiamo", presentiamo nella sezione "La voce del cittadino" una lettera scritta da due nostre lettrici, Gabriella e Tonia, relativa all'arrivo del Circo, con un appello alle istituzioni...



Gentile Redazione,
chiediamo gentilmente la pubblicazione del nostro Comunicato.

Arriva, per l’ennesima volta, il circo nel territorio di Grumo Appula, senza che si metta in discussione il valore di una presenza del genere. I negozianti affiggono i manifesti, le famiglie portano i bambini.

Per questo, e per testimoniare che esistono modi di pensare alternativi, vogliamo far presente ai concittadini e in particolare all’amministrazione comunale che i circhi sono attività fondate sullo sfruttamento di esseri viventi sottratti al loro habitat naturale, allontanati dai loro gruppi di appartenenza spesso in tenerissima età (anche gli elefanti e le giraffe hanno una famiglia e una comunità!), incatenati e addestrati con metodi violenti come punizioni a base di scosse elettriche per compiere movimenti e sequenze di azioni innaturali e ridicole, per il puro gusto umano di assistere a un’esibizione medievale.

Senza possibilità di equivoco, si può dire che il circo rappresenta una forma di schiavitù vera e propria, peraltro foriera di un’arretratezza culturale davvero impressionante e dal devastante impatto diseducativo sui piccoli, che vengono di fatto abituati allo spettacolo dell’asservimento e del mancato rispetto degli animali, come se fossero oggetto di esclusivo divertimento umano.

È paradossale che gli stessi animali che vediamo nel tendone siano quelli che le organizzazioni internazionali come il WWF o Greenpeace cercano di tutelare e proteggere fuori dall’Italia, ma che qui in loco sono ignorati dalla cittadinanza come destinatari di un’azione di tutela.

Qualcosa però si può fare: le amministrazioni possono impedire ai circhi di entrare e proporre i loro spettacoli nel loro territorio. Non è utopia, lo hanno fatto città grandi e piccole di tutto il mondo e di tutta Italia. Tra le capofila in tutto il Paese la pugliese Lecce, ma anche Matera, oltre che Firenze, Trento o Pescara.

Perché un circo senza animali, divertente, piacevole e talvolta di grande valore artistico (come il Cirque du Soleil montrealese o l’Italian Circus Show), è possibile e gioverebbe anche all’economia della popolazione circense che, non si sa bene perché, campa più sui contributi statali che non sui biglietti.

Ci auguriamo che anche a Grumo Appula, dove alcune istanze di civilizzazione paiono arrivare con molta lentezza, questo e altri temi riguardanti il rispetto di tutti i viventi vengano inserite nell’agenda politica delle prossime amministrazioni, oltre che nel dibattito pubblico ed educativo, e che la popolazione esca dal notorio torpore paesano e inizi facendo la prima scelta di dissenso: non andare al circo e non portare i propri figli in un posto dove si usa abitualmente la violenza per far ridere la gente.

Gabriella Falcicchio e Tonia Delzotti

 


Share
 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Grumonline.it" (clicca qui).

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

REDAZIONE ON LINE

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA

SULLE ALI DELLA LIBERTA'
di Alessandro Fariello
Sulle ali della Libertà

Grumonline.it