GRUMO APPULA: TAGLI BOSCHIVI NON AUTORIZZATI ALL’INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

Stampa
Scritto da Redazione Online Network    Martedì 28 Maggio 2019 07:31

I Carabinieri della Stazione Parco di Altamura hanno scoperto l’avvenuto taglio di una porzione di bosco ad alto fusto sito alla località “Masseria Scarola/Manzari” nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia e precisamente in agro del Comune di Grumo Appula.

 

 

 

C O M U N I C A T O

 

 

GRUMO APPULA: TAGLI BOSCHIVI NON AUTORIZZATI ALL’INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

Sequestrata un’area di circa 2000 mq e deferito alla Magistratura l’esecutore delle opere.

 

Le costanti attività di perlustrazione dei territori del Parco Nazionale dell’Alta Murgia hanno permesso ai carabinieri della Stazione Parco di Altamura di scoprire l’avvenuto taglio di una porzione di bosco ad alto fusto sito alla località “Masseria Scarola/Manzari” nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia e precisamente in agro del Comune di Grumo Appula.

I sopralluoghi tecnici hanno permesso di verificare che il taglio ha interessato piante ad alto fusto, ossia ben 36 conifere tra cipressi e pini, facendo così scomparire oltre 2000 metri quadri di bosco. Gli interventi di taglio sono avvenuti in un’area ad elevato vincolo ambientale, classificata Parco Nazionale dell’Alta Murgia, a cui si sovrappongono i più generali vincoli paesaggisti del “Codice del paesaggio” e quelli ancor più dettagliati del PPTR (piano paesaggistico) della Regione Puglia.

Nessuno degli interventi eseguito è risultato essere stato autorizzato dall’Ente Parco o assoggettato dalle preposte Autorità Amministrative, alle procedure di valutazione dei relativi vincoli, come pure privo della prescritta autorizzazione regionale al taglio delle essenze forestali.

Per questo, l’area è stata posta sotto sequestro preventivo essendo stata violata la normativa a tutele delle aree protette, con distruzione e danneggiamento di parte di un bene (bosco) tutelato da specifica normativa. Un soggetto residente a Cassano delle Murge è stato deferito alla Magistratura di Bari in qualità di proprietario dei terreni, nonché committente ed esecutore delle opere illecite.

 

Fonte: Raggruppamento Carabinieri Parchi - Reparto Parco Nazionale “Alta Murgia” - Sede Altamura